Allenamento

Allenamento Chipper

Allenamento Chipper. A volte il recupero potrebbe risultare lento e faticoso … proprio come trasportare un carico!

In CrossFit, la parola “chipper” non ha alcun riferimento al proprio umore o al proprio benessere. In realtà, il crossfit chipper rappresenta un programma di allenamento in base al quale una serie di movimenti sono collegati uno dopo l’altro. 

Un esempio di chipper training include gli allenamenti degli eroi Filthy-cinquanta o “Nutts”. 

A volte i chipper workout vengono eseguiti in squadra o con un partner, oppure a volte sei solo tu contro il tempo. 

Ad ogni modo, questo tipo di allenamento a intervalli è tutto divertimento e gioco oltre che a produrre effetti benefici sul fisico.

Che cos’è un allenamento crossfit chipper?

L’allenamento chipper in Crossfit è composto da 5 a 10 movimenti eseguiti a livello moderato ed è progettato per spingere le condizioni metaboliche degli atleti che prendono parte a uno di questi chipper training. 

Una cosa è certa, i chipper testano e spingono più in avanti i tuoi limiti. 

E per quanto in alcuni formati, in cui si esegue un allenamento sotto sforzo, risultino davvero faticosi, alla fine sono un di allenamento preferito dai crossfitter. 

Esempio di allenamento chipper

Per questo allenamento chipper occorre completare quanto segue in un tempo stabilito:

allenamento hiit da 17 minuti

  • 40 Burpees
  • Snatch da 34 kg, 30 ripetizioni
  • 30 Burpees
  • Snatch da 60 kg, 30 ripetizioni
  • 20 burpees
  • Snatch da 74 kg, 30 ripetizioni
  • 10 burpees
  • Snatch da 95 kg, quante più ripetizioni possibili

Wod crossfit

Perché l’allenamento chipper funziona

Il Chipper training ti spinge ad affrontare te stesso e i tuoi limiti attraverso un allenamento duro, migliorando così la tua resistenza, la tenacia e la forza. 

Possiamo considerare il chipper l’equivalente di un allenamento HIIT di una corsa di 10 km anche di una maratona. 

Se non trovi il giusto ritmo e affronti i primi km alla tua massima velocità, ti brucerai prima di poter tagliare il traguardo. 

Piuttosto, ascolta il tuo corpo per usare tutta la tua energia nel momento in cui attraversi il traguardo – lo stesso vale per l’energia necessaria ad arrivare all’ultima ripetizione.

Ecco come riuscirci:

Scegli in allenamento che abbia tra le 5 e le 10 mosse che includano esercizi come squat, sit-up, plancia-su-giù e pliometria, ovvero esercizi eseguiti in modo esplosivo. 

Mettili in ordine in modo che diversi gruppi muscolari siano implicati nell’allenamento. Potresti alternare per esempio un esercizio per la parte superiore con un esercizio per la parte inferiore. Inizia con 30 o 50 ripetizioni ogni esercizio. 

Se vuoi prepararti per una maratona, aumenta le tue ripetizioni a 75 o 100.

 

Personal Trainer Roma

Related posts

  • Camminare: i benefici. Utile al dimagrimento?

    L'ideale sarebbe camminare un ora al giorno, almeno 30 minuti, a un passo superiore ai 4,5km/h. A trarne beneficio da una bella camminata è anche l'apparato osteo-articolare. Sarebbe perfetto poi nella natura camminare scalzi.

  • 4 errori da non commettere nello squat

    Ricorda, nello squat glutei e spalle devono muoversi in linea. Ogni squat che fai deve essere un movimento fluido in cui le spalle e le anche procedano insieme. Se non ci riesci, rallenta il ritmo del tuo squat.