Benessere, Nutrizione

Come riuscire a dimagrire senza aver fame

Come riuscire a dimagrire senza convivere con la fame

Obesità e kg in eccesso sono la croce di milioni di italiani, sempre più persone decidono di seguire una dieta ferra per recuperare la forma perfetta. Il problema è che la dieta viene vista come un cammino lungo e pieno di privazioni, quando in realtà numerosi studi scientifici hanno dimostrato che il peso si può perdere solo aumentando il numero di pasti giornalieri.
Può sembrare un paradosso, ma non è così: vediamo come riuscire a dimagrire senza avere sempre fame.

I concetti di dieta salutare

Una dieta salutare prevede ben 5 pasti al giorno: la colazione, il pranzo e la cena devono essere intervallati da uno spuntino mattutino e dalla merenda pomeridiana.

alimentazione sana per dimagrire | 5 pasti al giornoLa spiegazione scientifica è data dal fatto che un aumento dei pasti giornalieri comporta un innalzamento del metabolismo di base, e quindi l’organismo consuma molto più calorie e genera di conseguenza il dimagrimento. Non solo, 5 pasti al giorno garantiscono anche il mantenimento di un perfetto tono muscolare.

Ogni pasto, ovviamente, non deve avere porzioni luculliane, ma rispettando le giuste dosi (affidandosi ad un personal trainer o un nutrizionista), si può seguire un’alimentazione sana per dimagrire senza alcuna difficoltà. In questo modo, durante la giornata la sensazione di fame è ridotta al minimo, e non si passano notti insonni a sognare bignè e torte.

Gli spuntini e le merende

Se su colazione, pranzo e cena le quantità e i tipi di alimenti sono più o meno noti, sui pasti intermedi è opportuno fare chiarezza.

dieta salutare | come riuscire a dimagrireTrattandosi di pasti interlocutori, devono essere di piccola quantità, e con alimenti che non pesino eccessivamente in fase digestiva.

Negli spuntini e a merenda si devono preferire quelli che gli esperti chiamano supercibi come ad esempio la frutta secca che apportano un grande valore energetico anche in piccole quantità: 5 mandorle, 4 nocciole, 2 cracker integrali, 2 noci e perfino 2 pezzettini di cioccolato fondente rappresentano gli alimenti e le quantità che si dovrebbero assumere durante i pasti interlocutori.

Contattami per una prova gratuita .

Post Correlati

  • Crossfit: Cos'è e quali sono i benefici

    Lo sport Crossfit è un particolare sistema di fitness basato su una serie di movimenti funzionali, che traggono cioè ispirazione dai movimenti naturali generalmente eseguiti dagli individui nella propria quotidianità...

  • Salmone, tonno e sgombro, scopriamoli

    In realtà, l'American Heart Association raccomanda effettivamente di includere almeno due porzioni di pesce grasso nella dieta settimanale per contribuire a migliorare la salute del cuore. Come il salmone, il tonno e l'aringa in termini di nutrizione anche lo sgombro è un tipo di pesce super-nutriente che è praticamente pieno di proteine, acidi grassi omega-3 e micronutrienti.

Lascia un commento

Aggiungi indirizzo